Conto corrente

Come fare per riconoscere un tasso usura su conto corrente? Come capire se il tasso applicato dalla banca al nostro conto corrente è in realtà un tasso usura?
A questo proposito, abbiamo alcune alternative a nostra disposizione.


Prima di tutto, è possibile richiedere alla nostra banca una verifica delle condizioni, e quindi del tasso applicato al nostro conto corrente: apparirà immediatamente evidente se si tratta di un tasso usura in conto corrente, e quindi potremo richiederne una variazione, tale da da farlo rientrare all’interno dei parametri stabiliti per legge, al di sotto del tasso soglia usura trimestrale. 


Oppure, possiamo verificare per conto nostro se il tasso applicato al nostro conto corrente è un tasso che rientra nei termini di legge oppure è un tasso usura.


I valori del tasso usura per il conto corrente e per tutte le altre forme di affidamento bancario vengono rilevati trimestralmente e resi pubblici dalla Banca d’Italia. 

Ma qual è la modalità di calcolo dei tassi soglia usura? La Banca d’Italia rileva i cosiddetti Tassi Effettivi Globali Medi (TEGM), ricavati dall’analisi degli affidamenti concessi delle varie banche sul territorio nazionale nell’arco del trimestre precedente; questi tassi vengono aumentati di un quarto e poi di ulteriori quattro punti, per ricavare il valore dei tassi soglia usura per tutte le varie forme di affidamento bancario, quindi anche per il conto corrente.


Come appare evidente dalla modalità di calcolo dei tassi usura per i conti correnti come anche per tutte le varie forme di affidamento bancario, si tratta di tassi decisamente elevati, molto più elevati della media. Eppure, non è così raro che il tasso applicato al conto corrente sia in realtà un tasso usura. 


La cosa migliore che possiamo fare, se abbiamo il sospetto che il tasso applicato al nostro affidamento bancario o al nostro conto corrente sia un tasso usura è rivolgersi ad una agenzia di servizi o ad un professionista specializzato del settore, che conduca per nostro conto una analisi accurata del nostro affidamento bancario e ci assista anche nell’eventualità che si possa richiedere alla banca un rimborso degli interessi addebitati in maniera non corretta.

 

Nuovi Tassi Usura Conti Correnti vengono pubblicati trimestralmente sul sito della Banca d'Italia, del Ministero dell'Economia e delle Finanze e sulla Gazzetta Ufficiale. Vengono resi pubblici in modo che a tutti i consumatori sia data la possibilità di rendersi effettivamente conto se il tasso applicato allo scoperto di conto corrente concesso loro dalla banca sia un tasso che rientra o meno all'interno dei termini fissati per legge. 

La presenza di un tasso usura sullo scoperto di conto corrente può essere immediatamente rilevata confrontando il tasso applicato dalla nostra banca all’affidamento (il TAEG) con i tassi pubblicati trimestralmente sul sito della Banca d’Italia, sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze e sulla Gazzetta Ufficiale, che sono appunto i tassi di soglia usura.

Contattaci

Per poter valutare con maggiori dettagli la tua situazione ed aiutarti, puoi compilare i seguenti campi e inviare la richiesta di informazioni.