Il tasso usura per la cessione del quinto

Il tasso di usura per la cessione del quinto viene individuato e stabilito dalla Banca d'Italia su indicazione del Ministero dell'Economia e delle Finanze: ogni tre mesi vengono rilevato i Tassi Effettivi Globali Medi per le varie tipologie di credito erogabili ai consumatori, sulla base dei quali vengono successivamente calcolati i vari tassi usura, compreso il tasso di usura per la cessione del quinto.

La cessione del quinto era una forma di credito non finalizzato erogabile a lavoratori dipendenti e pensionati molto utilizzata in passato, che negli ultimi anni di profonda crisi, di diminuzione del potere d'acquisto delle famiglie e diconseguente aumentato bisogno di liquidità, ha ricominciato a prendere piede. Anzitutto, la cessione del quinto può essere concessa anche a persone che abbiano subito protesti, pignoramenti e pregiudizievoli varie, elementi questi normalmente considerati negativi, se non addirittura dei veri e propri ostacoli per l'accesso al credito.

Con la cessione del quinto è il reddito da lavoro dipendente o il reddito da pensione, ed in casi estremi anche il TFR accumulato, a fungere a tutti gli effetti da garanzia della solvibilità del consumatore a cui viene concesso il credito: l'importo erogato viene calcolato sulla base della rata massima sostenibile dal consumatore, vale a dire un quinto dello stipendio netto o della pensione netta percepita

La legge 180/50, che regola e norma la cessione del quinto, prevede l'obbligo per chi accede a questa forma di credito di sottoscrivere una polizza di assicurazione per morte e perdita di lavoro a beneficio di chi concede il credito stesso. Molto spesso, però, istituti di credito e finanziarie non considerano l'importo dell'assicurazione nel calcolo del TAEG, pur applicando tassi molto alti, al limite del tasso usura per la cessione del quinto. Le indicazioni di legge a tale proposito sono però ben chiare: l'importo di tutte le spese accessorie collegate all'erogazione del credito, compresi eventuali costi per polizze assicurative, vanno compresi nel calcolo del TAEG, e di conseguenza sono rilevanti ai fini della comparazione con il tasso usura per la cessione del quinto

Per il secondo trimestre del 2014, il tasso usura per la cessione del quinto di importi fino a 5.000 euro è del 19,10%, contro un tasso medio del 12,08%, mentre il per importi superiori  a 5.000 euro è del 18,37% contro un tasso medio dell'11,50%: si tratta di tassi che si assestano comunque su valori piuttosto elevati, a dimostrazione del fatto che, pur essendo una forma di concessione di credito ipergarantita, le banche e le finanziarie tendono a trattarla ancora come una forma di credito a rischio elevato

 

Contattaci

Per poter valutare con maggiori dettagli la tua situazione ed aiutarti, puoi compilare i seguenti campi e inviare la richiesta di informazioni.